tipi di energia rinnovabile-foto1

Il settore delle rinnovabili è in grande crescita. Questo fenomeno è dovuto principalmente ad un abbassamento dei costi sostenuti per la produzione di energia da fonti alternative e allo sviluppo di un senso di consapevolezza riguardante la possibilità di dar vita ad un futuro più green. I combustibili fossili, in particolare, stanno facendo sempre più posto alle rinnovabili, garanzia di minori emissioni di gas serra e di agenti inquinanti. Non tutte queste fonti, però, sono sempre eco-friendly: le biomasse e le grandi dighe delle centrali idroelettriche possono potenzialmente causare danni all’ambiente, soprattutto se mal gestite o progettate. Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere sui diversi tipi di energia rinnovabile presenti attualmente.

Cosa si intende con energia rinnovabile?

L’energia rinnovabile (o energia pulita) deriva da fonti o processi naturali che vengono costantemente rigenerati o riprodotti. Per esempio, il sole e il vento che continuano rispettivamente a splendere e a soffiare (anche se la loro disponibilità dipende dalle condizioni atmosferiche). Sebbene energie rinnovabili e nuove tecnologie siano termini spesso accostati tra loro, in realtà lo sfruttamento di energia naturale avviene già da molti secoli per riscaldare e illuminare ambienti, come mezzo di trasporto e molto altro. Con il passare del tempo, però, si iniziarono ad usare fonti più economiche, più prestanti da un punto di vista energetico e meno eco-friendly: i combustibili fossili.
L’espansione in corso nel campo delle rinnovabili sta avvenendo sia su piccola che su larga scala: dai pannelli solari sui tetti delle abitazioni, alle grandi wind farm offshore. Alcune piccole comunità rurali vivono totalmente alle dipendenze di questi tipi di energia rinnovabile.

Le energie non rinnovabili

Petrolio, gas e carbone sono le principali fonti di energia non rinnovabili; queste sono destinate ad esaurirsi, anche se non sempre si ha effettivamente consapevolezza di ciò. Il loro processo di produzione, infatti, impiega milioni di anni e, dato il nostro intensivo utilizzo, fra qualche decennio non saranno più disponibili.
I giacimenti di petrolio, carbone e gas si trovano solamente in alcune parti del mondo, rendendo alcuni Paesi più ricchi di altri. Scegliere le rinnovabili, invece, permetterebbe ai governi di ridurre la propria dipendenza energetica e di diminuire i costi di importazione. I combustibili fossili, inoltre, risultano essere particolarmente nocivi per l’ambiente, non solo a causa della loro emissione di gas serra, ma anche per il loro impatto ambientale sul terreno (miniere, deforestazione, trivellazioni, ecc…).

I principali tipi di energia rinnovabile

Energia solare

Gli uomini hanno da sempre sfruttato l’energia del sole per coltivare, riscaldarsi, illuminare e seccare i cibi. Oggi questa energia viene impiegata in svariati modi: per riscaldare gli ambienti e gli edifici e per alimentare dispositivi producendo elettricità. Le celle solari, o celle fotovoltaiche, per esempio, sono composte da silicio, un semiconduttore fondamentale per la trasformazione di energia solare in elettricità. I sistemi solari generano energia a livello locale per abitazioni e aziende, sia attraverso pannelli sia in progetti di comunità che alimentano interi quartieri. Le solar farm possono generare energia per migliaia di case, usando specchi per concentrare la luce solare su acri di celle solari. Questo tipo di energia rinnovabile non produce inquinanti per l’atmosfera o gas serra; finchè lo smaltimento dei pannelli solari verrà effettuato correttamente, il suo impatto ambientale sarà molto ridotto.

Energia eolica

Se secoli fa in alcune zone si impiegavano principalmente i mulini a vento, al giorno d’oggi possiamo contare su turbine eoliche alte come grattacieli che stanno guadagnando popolarità in tutto il mondo. L’energia del vento muove le pale eoliche che, a loro volta, azionano un generatore che genera elettricità .

Energia idroelettrica

L’energia idroelettrica è tra i tipi di energia rinnovabile più impiegati su scala mondiale. Sfrutta la velocità e il volume delle masse d’acqua che scorrono sui fiumi o che vengono fatte appositamente cadere da un bacino alto o da una diga. Spesso, le grosse centrali idroelettriche non vengono annoverate tra i sistemi che generano energia da fonti rinnovabili, in quanto costituiscono a volte un ostacolo al flusso naturale del corso d’acqua in cui sono presenti, modificando la biodiversità acquatica e, nei casi più estremi, la morfologia del territorio. Ciononostante, gli impianti dimensioni ridotte, se progettati nel modo appropriato, possono essere considerati eco-friendly e sono fondamentali per la produzione di energia green.

Energia delle biomasse

Le biomasse sono materia organica di natura animale o vegetale (radici, trucioli di legno e alberi morti). Quando la biomassa viene bruciata, l’energia chimica rilasciata come calore può essere impiegata per riscaldare o per produrre elettricità attraverso il vapore e una turbina. A volte, l’energia delle biomasse possiede un’impronta ambientale significativa. Va però precisato che, se sfruttata con le modalità appropriate, può essere un’ottima fonte di energia alternativa.

Energia geotermica

Il nucleo della terra è tanto caldo quanto la superficie del sole, a causa del lento decadimento delle particelle radioattive nelle rocce al centro del pianeta. La perforazione di pozzi profondi porta l’acqua sotterranea molto calda in superficie come risorsa idrotermale, che viene poi pompata attraverso una turbina per creare elettricità.

Energia marina (o degli oceani)

Tra i tipi di energia rinnovabile c’è anche l’energia tidale e delle onde marine. Sebbene sia una fonte ancora in fase di sviluppo, la possibilità di sfruttare l’energia delle alte onde oceaniche sembra essere un’opzione particolarmente attraente.

 

Abilitando i cookies ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione!
Su questo sito facciamo uso di cookies. I cookies tecnici sono obbligatori, ma tu puoi decidere se abilitare o disabilitare i cookies di terze parti. Cookie policy